Nel Disturbo ossessivo compulsivo da accumulo/accaparramento (Hoarding), le ossessioni sono tra le più evidenti e intrusive, al punto che un intero programma televisivo chiamato “Sepolti in casa” è incentrato su questo tipo di DOC.

Le compulsioni del Disturbo ossessivo compulsivo di accumulo/accaparramento sono connotate dalla paura di buttare via gli oggetti, anche se questi oggetti sono completamente inutili. Una persona con questo DOC non riesce a sopportare il disagio provocato dagli spazi vuoti nella propria casa, e nel proprio animo, per questo sente il bisogno di riempire quegli spazi vuoti ed arriva a provare piacere nel collezionare qualunque tipo di oggetti, sia che siano usati sia che non lo siano.

Queste persone possono anche acquistare più pezzi dello stesso oggetto o conservare degli oggetti acquistati senza utilizzarli.

Anche se può sembrare assurdo, le persone che soffrono per questo tipo di DOC non riescono a rendersi conto del proprio problema, o, se ci riescono, ci riescono solo parzialmente.

In questo tipo di DOC le persone che ne soffrono non chiedono aiuto, perché non sono consapevoli della gravità del loro problema, per questo solo le famiglie possono aiutarli richiedendo un aiuto psicologico.

Le compulsioni di accumulo variano dall’acquisto di più pezzi dello stesso oggetto al conservare oggetti acquistati senza utilizzarli, al raccogliere da terra oggetti usati o inutilizzabili, conservandoli in casa propria. Le persone affette da questo tipo di DOC non si rendono conto, se non parzialmente, dell’eccesso in cui incorrono, e sono solitamente le famiglie a richiedere un trattamento terapeutico.

Per chiunque sia interessato a questo tema vi consiglio di vedere il programma “sepolti in casa” che è molto ben fatto, metto qui sotto una clip del programma:

Nel caso in cui voleste approfondire l’argomento si possono trovare numerose storie vere e documentate su questo DOC e se andate sulla sezione “immagini” di Google e digitate “disturbo da accumulo” vi compariranno delle foto molto forti. Se invece volete approfondire ma preferite la fiction un ottimo esempio è la serie televisiva “After Life”.

In questa serie di Netflix del 2019, uno dei personaggi della serie, Brian, soffre di disturbo da accumulo dopo esser stato lasciato dalla moglie (ritorna la tematica dei vuoti da riempire).

Se volete approfondire le caratteristiche e le altre tipologie di Disturbo Ossessivo Compulsivo cliccate qui:

Se invece state vivendo un problema simile o se una persona a voi cara lo sta vivendo ricordate che anche se è molto dura, è possibile affrontare e vincere il Disturbo Ossessivo Compulsivo in qualunque forma grazie all’aiuto di uno psicologo esperto.

Foto by Shutterstock

Condividete l'articolo se vi è piaciuto
Call Now ButtonChiama ora!