Imparare a dire di no

 

Buongiorno a tutti e benvenuti ad una nuova puntata del Podcast di Niente Paura!

La puntata di oggi sarà incentrata su come dire di no, un qualcosa di apparentemente semplice, ma che è un vero e proprio ostacolo alla felicità di chi non riesce a difendere i propri diritti, per cui è importante fare delle considerazioni e scoprire qualche tecnica.

Scopriamole insieme!

 

L’argomento del giorno

 

Dire di no è senza dubbio più difficile che dire di sì. Quando diciamo di no a qualcuno si innesca un malessere interiore causato dalla paura (perderò una opportunità? Perderò una amicizia?) o dal senso di colpa (so che per me è meglio dire di no ma rischio di ferire l’altro o di non alleviare il suo malessere).

Tuttavia evitare questo malessere significa incorrere sicuramente in un malessere molto maggiore nel futuro.

Questo perché dire sempre di sì (e quindi accettare di svolgere compiti o azioni che non ci fanno bene) porta presto o tardi ad accumulare una tale quantità di frustrazione e stress che comporteranno inevitabilmente a due principali conseguenze: o ad agire l’aggressività accumulata verso l’esterno, per esempio dando in escandescenze per il nervoso (con la possibilità di esagerare ed avere nuovi sensi di colpa) o ad agire l’aggressività accumulata verso l’interno (con la possibilità di sviluppare somatizzazioni o persino attacchi di panico).

Oltre a queste importanti conseguenze, imparare a dire di no è necessario anche per difendersi dai manipolatori (in ambito sentimentale, lavorativo, pubblicitario), nell’educazione dei propri figli e nella gestione di chi ci dà ormai per scontati.

Dire i giusti no ai figli ad esempio è una delle abilità che un genitore deve necessariamente sviluppare per adempiere al suo ruolo educativo, questo perché sviluppare il carattere e la personalità di un figlio non è un compito che si può demandare solo alla scuola, come purtroppo molti genitori fanno.

Lo stesso dicasi con le altre persone che tendono a darci per scontati, non è compito loro capire che non dovrebbero comportarsi in un certo modo, quindi non possiamo aspettare che siano gli altri a capire che non debbano comportarsi in questo modo con noi.

Per quanto riguarda i manipolatori, ovviamente il cambiamento nemmeno può essere contemplabile perché ci guadagnano.

 

 

 

Perché è importante

 

Sviluppare la capacità di saper dire di no ci permette di superare quel limite auto imposto che molte persone hanno sviluppato perché ritengono che i no siano un pericolo. Quando la specie umana era raggruppata in piccole comunità poteva effettivamente essere pericoloso dire troppi no, perché si sarebbe corso il rischio di essere esclusi dal villaggio e dalla sua relativa sicurezza.

Ora per fortuna non c’è più questo pericolo, inoltre i no non creano inimicizia in automatico come invece credono molte persone.

Ciò che tiene molte persone prigioniere della paura di dire di no è l’illusione che più daranno più riceveranno, ma come abbiamo visto nella puntata sulla Scarsità questo ragionamento non è suffragato dai fatti. A furia di dire sempre di sì le persone tendono a dare l’aiuto sempre per scontato, per cui il sacrificio di non dire mai di no risulta inutile oltre che pesante.

 

 

 

I consigli dello psicologo

 

Veniamo adesso ai consigli pratici:

Il mio primo consiglio è quello di valutare chi si ha di fronte e di metterle alla prova. Quando vi vengono fatte delle richieste, potete benissimo fare il primo passo e decidere di acconsentire alle stesse, per poi chiedere voi a vostra volta qualcosa. Se la persona che state valutando è disposta a contraccambiare il favore, potete creare un legame di reciproco aiuto per cui dire di no non è necessario, ma potete comunque decidere di dire dei no ogni tanto perché dire di no ogni tanto alle persone di qualità non comporta conseguenze.

Al contrario se invece con questo sistema determinate che la persona non tende a contraccambiare non aspettate un momento futuro in cui cambia e difendetevi con i giusti no.

 

Il secondo consiglio è quello di visualizzare ciò a cui si sta rinunciando. Ogni volta che dite di sì a qualcuno, state dicendo di no a voi stessi. Se visualizzate che acconsentire a delle richieste che vi pesano significa rinunciare a qualcosa che vi piace, come un bagno rilassante, un momento di riposo, il potersi occupare dei propri hobby ecc, vi sarà più facile resistere.

 

Il mio terzo consiglio è di creare una vostra policy di comportamento, ovvero un insieme di regole a cui vi attenete con tutti di default. Se infatti vi viene fatta una richiesta seccante, come ad esempio lavorare durante il vostro giorno libero, potete dire che la vostra regola è quella di non concedere favori a nessuno quel determinato giorno, e che quindi se doveste fare una eccezione, poi la dovreste fare anche ad altri. Schermarsi dietro ad un comportamento che attuate con tutti è un ulteriore aiuto nel riuscire a dire di no. Inoltre quando parlate della vostra politica meno spiegazioni date meglio è, in quanto altre persone potrebbero farvi vacillare dai vostri propositi sulla base di eccezioni o di contraddizioni in cui potreste cadere.

 

Il quarto consiglio che mi sento di darvi è quello di allenarvi a fare delle controproposte. Dire di no semplicemente può essere difficile, fare controproposte invece può aiutarvi sia a dire i no sia a dire dei sì che costino molto meno. Ad esempio potreste dire: “Sì, posso fare questa cosa che mi stai chiedendo ma prima mi serve che mi aiuti a finire quest’altra cosa o non riuscirò ad occuparmi di ciò che chiedi”.

 

Il quinto consiglio è quello di allenare l’effetto scarsità. Se infatti vi metterete ogni tanto al primo posto e manderete il messaggio che voi rispettate tutti, ma rispettate voi stessi un pochino più di chiunque altri, sarà molto meno difficile che gli altri vi facciano richieste inopportune, e di conseguenza dovrete dire molti meno no perché non vi sarà necessità di doversi difendere.

Anche se non è facile, dire di no non è altro che un comportamento, e come tutti i comportamenti può essere addestrato.  Ciò che è davvero necessario quindi è addestrarsi in un contesto protetto (quando nessuno ci vede, con i nostri cari, con gli amici ecc) e allenarsi al rifiuto (seguendo i consigli fin qui trattati) fino a che non sentiremo più tanta difficoltà nel dire di no ma sarà diventato naturale difendere i nostri diritti.

 

Saluti e anticipazioni

 

Eccoci arrivati alla fine di questa puntata.

Cosa ne pensate di questo episodio? Vi siete mai sentiti incapaci di dire no? Conoscete qualcuno che ha difficoltà nel difendere i suoi diritti?

Per farmi sapere vi invito ad iscrivervi al gruppo Telegram di “Niente Paura”, dove potrete far sentire la vostra preziosa opinione, grazie alla quale questo podcast migliorerà sempre di più.

Vi invito anche a condividere questa puntata con le persone che conoscete e che sono interessate alla psicologia, alla crescita personale e che hanno difficoltà nel saper dire dei no.

Se vi piace l’uso delle e-mail vi invito anche ad iscrivervi alla newsletter di “Niente Paura”, in modo da non perdervi nessuna nuova uscita e poter riscattare il vostro regalo gratuito “Il rilassamento di Jacobson”, un audio guidato per il rilassamento rapido della durata di 15 minuti, utile per affrontare l’ansia, i pensieri negativi e lo stress.

Infine, se vi piacere, sarei felicissimo se voleste lasciarmi una recensione su I-Tunes, Spotify, Amazon Music, Google Podcast o da qualunque altra piattaforma mi stiate ascoltando, per aiutarmi a crescere e a migliorare sempre di più.

Se invece avete visto questo Podcast in formato video tramite Youtube, Facebook o altro vi chiedo comunque la cortesia, se potete, di lasciarmi una recensione su I – Tunes.

Lasciarmi una recensione è facile, ma se non sapete come fare trovate un link in descrizione che vi spiega passo passo come fare, in modo semplice e veloce.

Prima di salutarci vi invito ad andare sul sito ufficiale “niente-paura.it” dove potrete approfondire la vostra esperienza, scoprire di più su di me, sugli studi dove lavoro, sulle sedute tramite video consulenza per tutta Italia e per gli Italiani all’estero, oltre ad altro ancora.

Il prossimo episodio di “Niente-Paura” uscirà tra una settimana esatta, ma ora vorrei chiedervi una cosa… Dire di no è difficile a causa della Reciprocità, un meccanismo alla base dei nostri legami interpersonali… ma cosa comporta esattamente questo meccanismo? Perché a volte fare i regali è utile, mentre altre volte è un grosso errore?

Lo scopriremo nella prossima puntata, A PRESTO!

Leggi il testo di questa puntata o ascolta le puntate precedenti cliccando su: https://niente-paura.it/blog/

Link per il canale Telegram: https://t.me/niente_paura

Per iscriversi alla News Letter: https://niente-paura.it/ in fondo ad ogni pagina

Come lasciare una recensione su I-Tunes: https://niente-paura.it/podcast-spiegazioni/

Disegni by: Giulia Gennaretti

 

 

Condividete l'articolo se vi è piaciuto
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram

ARTICOLI PIù LETTI